Roma da migliorare                                                                                    home

Gennaio 2017 -  Roma, purtroppo nulla è cambiato anzi qualcosa va aggiunto anche se non certo recente.

                           Il Traffico caotico sia nel centro Storico che nella periferia che quotidianamente peggiora, qualche esempio

                            tagenziale Est percorsa da Nomentana verso San Giovanni con immancabile caos all' altezza del Verano deviazione per

                            raccordo innesto Roma - L'Aquila. Sarebbe sufficiente canalizzare il traffico separando chi si dirige a destra da chi prosegue per

                            direzione Centro Castrense - San Giovanni.

                            caos a via dei Cerchi quando c'è una manifestazione o un blocco alla Bocca Della Verità. Anche qui semplicissimo

                             chiudendo  tutta  via dei Cerchi e non solo la parte successiva all'incrocio con Via San Teodoro.

gennaio 2016    -  Roma è veramente sporca, strade, muri, marciapiedi, scale, fontane storiche, tutto molto sporco.

                            i motivi, forse alla base di tutto c'è una pessima organizzazione, le pulizie non sono abbastanza frequenti e non sono state

                             adeguate  al   grande incremento di turisti ormai presenti tutto l'anno.   In ogni città del nord Europa gli addetti alle pulizie sono

                            continuamente presenti nei centri storici pronti a rimuovere immondizie, foglie e se sono presenti anche gli escrementi degli

                            uccelli magari prima che piova e che diventino un pericolo.

                            Lodevole il posizionamento dei nuovi cestini rifiuti nelle strade ma date le dimensioni andrebbero svuotati in continuazione

                             altrimenti come sta accadendo si stacca la busta dal supporto e tutto si rovescia a terra.

                            Altro allarme, forse un po tardivo, è per la presenza di un esercito di ratti o topi che se prima vivevano nei sotterranei e nelle fogne

                            di Roma oggi si vedono passeggiare in strada. Addirittura sembra che siano più degli abitanti di Roma stessa.

                            Indicazioni monumenti quasi totalmente inesistenti . E' veramente difficile muoversi ed orientarsi nelle vie di Roma 

                             addirittura   assenti    le indicazioni per il Colosseo, dei Fori, del Teatro Marcello o della Bocca della Vertità.

                            Quest'ultima         sicuramente non paragonabile    alle altre bellezze citate ma di forte interesse per i turisti.

                            Altrettanto risultano assenti le indicazioni per i più gettonati quartieri di Roma  quali Trastevere o Monti o il Gianicolo.

                            Poveri turisti, timorosi e impauriti vagano con le cartine stradali per cercare le vie e le piazze e difficilmente chiedono

                            informazioni temendo di venire scippati o derubati visto purtroppo la nomina che abbiamo!

                            E che dire della sicurezza in strada ? i ciclisti vengono totalmente ignorati dalle auto e per loro, data la scarsità ed inadeguatezza

                            delle piste ciclabili, non c'è scampo mentre i pedoni non hanno strade pedonali, non hanno marciapiedi in quanto sono

                            pochi, dissestati e utilizzati spesso come parcheggi di scooter ed auto e se ne trovano uno percorribile stai sicuro che la

                            probabilità di calpestare un escremento lasciato dal proprietario di un cane è veramente alta. Altrettanto rischioso risultano

                            gli attraversamenti sia quelli provvisti di semaforo sia quelli senza. I primi sono veramente eccezionali , dall'apparire dell'omino

                            vestito di verde avete due secondi per attraversare dopo di che è già giallo, e per chi arriva già con il giallo, magari appena apparso,

                            nessuno può sapere se avete ancora  un minuto o due o se vi ritroverete nel mezzo della strada travolti da auto strombazzanti.

                            Meglio ancora quando vi sono solo le strisce bianche , bianche si fa per dire in quanto di vernice ne è rimasta veramente poca,

                            poste  spesso  in zone poco luminose e molto trafficate (vedi l'attraversamento tra Ara Coeli e piazza San Marco).

                            Le strade sono piene di buche e voragini dove se un'auto vi finisce con una ruota rischia di danneggiare l'avantreno ma

                            se invece a caderci dentro dovesse essere uno scooter difficilmente il conducente ne esce illeso.

                            Anche da citare è la poco cura degli alberi presenti sul ciglio delle strade o nei parchi, la potatura avviene spesso quando

                            la caduta dei rami provoca danni a persone e cose.